venerdì 9 marzo 2012

La strada fino a qui di....Diletta e Yvan

Un benvenuto a Diletta e Yvan nel blog “la mia strada fino a qui”. Da quanto tempo siete scrittori di Fan Fiction su EFP?

DILETTA: Grazie Alessandra! Io ci sono quasi da un anno su Efp ma non avevo mai pubblicato storie, ero solo lettrice di Fan Fiction. Poi sono diventata “scrittrice” quando ho deciso di pubblicare qualche ruolata che avevo nel forum Misty Hill GDR e successivamente una one-shot tutta mia. Per poi arrivare a oggi che ho all’attivo un romanzo con Yvan che pubblichiamo a puntate ogni martedì. Yvan non ha un vero e proprio contatto, diciamo che il mio contatto è comune tra noi due.

YVAN: Grazie del benvenuto. Dunque, tengo innanzitutto a precisare che la nostra storia non è una fan fiction, ma è nostra intenzione e mio obiettivo primario che venga pubblicato sotto forma di romanzo in tutte le librerie della Terra e che ci venga persino tratto un film ( eh si, sarò egocentrico, ma punto davvero molto su Take Me In Your Hell e non mi accontento di certo di vederlo su un sito. Insomma, bisogna puntare sempre al massimo, se si vuole ottenere risultati soddisfacenti. Ricordate, solo i deboli si accontentano. ) La versione che pubblichiamo a episodi su EFP non sarà la versione finale, molto c’è ancora da aggiungere e modificare qua e la. Ad ogni modo, ho scoperto EFP nel momento stesso in cui Diletta mi ha proposto di iniziare a pubblicare la bozza del romanzo sotto forma di fan fiction, non ricordo la data esatta ma basta risalire alla pubblicazione del primo capitolo, dovrebbero essere circa un paio di mesi.

C'è un motivo particolare che vi ha spinto a scrivere e pubblicare per un sito quale EFP?


DILETTA: Si, l’idea di pubblicare su Efp è venuta a me e devo dire che inizialmente Yvan non era molto d’accordo. Poi ha cambiato idea. Abbiamo deciso così perché in questo modo il romanzo che stiamo scrivendo lo possano leggere altre persone al di fuori della nostra cerchia di amici, in modo tale da avere giudizi esterni, sia positivi che negativi, proprio per migliorare il romanzo stesso.

YVAN: Confermo quanto detto da Diletta. Il motivo principale che mi ha spinto a cambiare idea è proprio la possibilità di avere suggerimenti da altri scrittori del genere ( seppur magari con una minore conoscenza della mitologia ), ma con molta più esperienza di noi alle spalle. Preciso che Take Me In Your Hell non esce dalla linea mitologica e che ogni evento che narra, dal più importante al più insignificante, è tratto direttamente dalla mitologia greco/romana. Nulla è frutto della nostra fantasia, se non la linea temporale in cui si svolgono i fatti narrati nella seconda parte del romanzo, spostata ai giorni nostri per evitare controsensi storici e rendere la lettura più scorrevole anche a chi non ha dimestichezza con la storia antica. Insomma, a fine lettura un appassionato medio di fantasy saprà la mitologia classica a menadito pur senza averla studiata sui banchi di scuola, e questa era un'altra cosa che personalmente mi fremeva molto, trovare un modo originale e moderno di far conoscere ai giovani di oggi quei racconti mitologici con cui fin da bambino sono cresciuto leggendo i poemi classici e a cui ormai, per mancanza d’interesse, nessuno più si avvicina. Insomma, per acculturare un po’ questa generazione bisogna puntare sulle rivisitazioni, che siano film, videogiochi, o libri.

Quali Fan Fiction avete pubblicato fino ad ora? Parlatecene un po' descrivendo il genere, lo stile ecc...


YVAN: Più che di Fan Fiction dobbiamo parlare di Storia Originale. Come già ho spiegato in un'altra domanda, si tratta della trasposizione in chiave moderna di alcune delle più celebri leggende greco/romane dell’antichità. Ogni cosa che leggerete in Take Me In Your Hell è mitologia, persino alcuni discorsi intrapresi dai personaggi. Il filone narrativo principale tuttavia è la leggenda di Ade e Persefone, l’uno dio dell’Oltretomba e fratello di Zeus, e l’altra dea della Natura, figlia di Zeus e Demetra nonché nipote di Ade. La leggenda greca narra come quest’ultimo, invaghitosi di Persefone, la pretese in sposa, e al rifiuto di Zeus decise di rapirla per costringerla a vivere accanto a lui con la forza. Tuttavia nell’animo di Persefone nacque quasi da subito un sentimento d’amore nei confronti del suo carceriere, rintracciabile nelle varie sfuriate di gelosia che la dea ebbe nei confronti delle spasimanti di Ade. Ne seguirono un conflitto tra dei che portò alla sterilità il mondo intero, e la decisione di Zeus di far dimorare la figlia per sei mesi col marito negli Inferi e per sei mesi con la famiglia, sull’Olimpo. Ogni anno, al ritorno di Persefone dagli Inferi, la natura rifiorisce per renderle omaggio, e ogni autunno rappresenta invece la discesa della dea nell’Oltremondo. Era questo un bel mito utilizzato dagli antichi per spiegare l’alternarsi delle stagioni.

Ebbene, da questa leggenda nasce Take Me In Your Hell, dove tuttavia tratta questo argomento solamente nella prima parte del romanzo, lasciando la seconda ad un'altra avventura ripresa dalla mitologia ( anche se ambientata in un epoca differente ) che vede interessati tutti gli dei dell’Olimpo e non solo, ma questa è un'altra storia che non ho intenzione di anticiparvi qui per non rovinarvi il piacere della scoperta. Vi dico solamente che nella seconda parte del romanzo si da ampio spazio anche ad altre vicende che esulano dal rapporto di coppia tra i due protagonisti, questo per non focalizzare solo sulla storia d’amore tutta la trama ( diverrebbe un romance come se ne vedono tanti di questi tempi ) e renderlo appetibile anche agli appassionati di storie di altri generi. Take Me In Your Hell non è un romanzo d’amore, ne tantomeno d’avventura, o un fantasy, e non è nemmeno una storia mitologica, è tutto questo e molto altro. Sarà divertente vedere sotto quale genere verrà catalogato il lavoro finale.

Ad ogni modo esso contiene anche numerose tematiche mirate a far riflettere seriamente il lettore, da argomenti a sfondo romantico come l’amore talvolta ostacolato dalla famiglia, a problemi sociali come le guerre per falsi ideali o la sete di potere di alcune istituzioni religiose che col passare dei secoli sono uscite completamente fuori strada rispetto a ciò che la loro dottrina rappresenta realmente, fino ad arrivare al problema dell’urbanizzazione selvaggia che sta distruggendo gradualmente il nostro pianeta nel ventunesimo secolo e molto altro ancora. Non vogliamo solo un romanzo fantasy a sfondo mitologico, vogliamo anche mettere la ‘’pulce nell’orecchio’’ al lettore a proposito di temi che ci riguardano molto da vicino. In cuor mio spero vivamente di raggiungere con Take Me In Your Hell l’obiettivo che mi sono prefissato non solo a livello di notorietà, essa stessa un mezzo, ma soprattutto per quanto riguarda ciò che ogni essere, umano o divino che sia, dovrebbe avere ben radicato nel proprio animo e che sarà rintracciabile nell’epilogo della storia. Vi toccherà aspettare ancora un bel po’ per capire appieno il messaggio di Take Me In Your Hell, solo allora guarderete il romanzo con occhi diversi, e quelle vicende che prima vi sembravano semplice fantasia, vi sembreranno allora permeate di quest’aura che tra le righe vuole dare un insegnamento importante.

E' la prima volta che scrivete una Fan Fiction?


DILETTA: No, abbiamo già scritto due Fan Fiction: Dannazione e Redenzione, che narra le avventure di Brigit Pierce Salvatore e Damon K. Salvatore, e Bacio di Sangue, che ha come protagonisti Lana Drown McDonald ed Endymion D’Angouleme, entrambi vampiri sangue puro. La prima FF era inizialmente ispirata a The Vampire Diaries poi diciamo che ha preso una strada tutta sua, mentre la seconda è ispirata a Vampire Knight.


YVAN: Aggiungerei anche In The NightSide of Eden, il quale è però attualmente in sospeso.


Com'è scrivere a quattro mani? Seguite uno schema preciso per scrivere, vi concordate su come procedere stilando una trama sommaria?


DILETTA: Si, stiliamo una trama sommaria ma non andiamo molto nello specifico perché è capitato molte volte che avevamo deciso una cosa e poi i “personaggi” ne facevano un’altra, quasi mossi da volontà propria. Ognuno posta generalmente un pezzo inerente al personaggio di cui si occupa , ad esempio in Take Me In Your Hell io mi occupo delle azioni di Persefone e della sua interazione con altri personaggi, mentre Yvan si occupa di Ade. Per me non è difficile scrivere a quattro mani, sarà che è da quando mi sono fidanzata con Yvan che utilizziamo questo metodo, quindi per me è divenuto estremamente naturale.



YVAN: Confermo quanto detto da Dile, aggiungendo che, quando uno di noi desidera maggior libertà di scrittura, facciamo in modo che le strade dei due protagonisti si ‘’dividano’’ così che ognuno può continuare la sua parte di storia in un capitolo a se dedicato, per poi ricongiungersi in un capitolo in comune.

Per quanto riguarda la trama, bhè vi lascio pensare che abbiamo in mente la trama di tutta la storia fino all’ultima battuta, ma come Dile ha detto molto spesso ad alcune azioni o avvenimenti se ne aggiungono altri, specialmente in un romanzo a sfondo mitologico dove, se leggendo casualmente una leggenda greca ne trovo una che attira il mio interesse, faccio subito in modo di riproporla nella linea narrativa. Giusto l’altro giorno mi sono ricordato della discesa di Eracle negli Inferi, episodio che sicuramente inserirò in uno dei primi capitoli nella versione definitiva del romanzo.



Pubblicate costantemente sul sito? Se si in quale giorno o giorni della settimana? (questo per permettere ai lettori dell'intervista di seguirvi)


YVAN: In genere pubblichiamo un capitolo a settimana, salvo imprevisti il martedì o il mercoledì.



Vorreste citare un passo significativo tratto da un capitolo della vostra Fan Fiction e spiegare perché l'avete scelto?


DILETTA: “- No!! Fermatevi padre! - Una voce femminile bloccò immediatamente il colpo che Zeus stava per infliggere ad Ade.
- Persefone tu qui? - Chiese stupito il potente padre degli dei.
- Si padre, sono qui! E non torcerete neppure un capello ad Ade! - Per la prima volta la dea urlò contro suo padre guardandolo furibonda.
Era apparsa interponendosi tra Zeus e Ade che aveva ancora sembianze demoniache.
Agli occhi delle altre divinità quello era stato un gesto sconsiderato, ma per Persefone, e per Ade stesso, quel gesto valeva più di mille parole.
- Non essere sciocca Persefone! Lui ti ha rapita e ti ha soggiogata per farti fare quello che vuole! - Tuonò Zeus.
- Questo è quello che credi tu!!! - Replicò la dea.
- Spostati immediatamente di qui! - Continuò il dio.
- No! Io non mi sposto di qui! Sono esattamente dove devo essere! Tu non farai del male ad Ade, lui non mi ha soggiogata. Io lo AMO! - Urlò e di colpo tutto sembrò placarsi - Si, io lo amo. E' per colpa vostra se è ridotto in questo stato. Voi lo avete condannato a questo - Continuò inginocchiandosi davanti ad Ade per aiutarlo a tirarsi su.
Nonostante l'aspetto demoniaco, gli occhi del dio infernale trasmettevano stupore ma anche amore e gioia.”
– Cap. 4

Ho scelto questo brano perché è il pezzo in cui Persefone grida a tutti il suo amore per Ade, nonostante l’aspetto demoniaco, nonostante i suoi modi bruschi, rudi e crudeli. Perché lei ha capito che il dio è diventato così a causa delle azioni del padre. E poi perché mi ricorda “La Bella e la Bestia”: tutti credono che la Bestia sia malvagia, ma solo Belle riesce ad arrivare dritto al suo cuore e a comprendere la sua vera natura. E così è avvenuto anche per Ade e Persefone.

YVAN: - ‘’Gli umani sono come dei bambini. Ho sparso nel mondo in modo equo le cose belle e quelle brutte, in modo tale da renderlo imperfetto. L'ho fatto per loro, perché li amo come dei figli, e voglio che imparino a superare la prova della vita con le loro sole forze, affrontando le avversità e lottando per cambiare in meglio il mondo per coloro che amano. Se il mondo fosse perfetto, nessuno di loro capirebbe il significato della vita.’’ – Cap. 9

Bhè, non penso ci sia altro da aggiungere alle parole di Zeus, ne che spieghi il motivo per cui questa sua/mia citazione per ora è la mia preferita. Bravo me si si!

Avete altre Fan Fiction in cantiere da pubblicare in futuro?


DILETTA: Chissà, magari pubblicheremo su EFP anche Bacio di Sangue o In The NightSide of Eden, ma per adesso ci concentriamo solo su Take Me In Your Hell, anche perché ci porta via molto tempo, ma è un tempo ben speso!

YVAN: Quoto la Dile qui sopra!



Grazie della disponibilità ragazzi e in bocca al lupo per tutto!

Cliccate sulle foto per accedere alla loro storia..



2 commenti: