mercoledì 8 ottobre 2014

After the reading of... Il cuore e la Maschera ~ Daniela Iannuzzi

Il Cuore e la Maschera cover
Non mi vergogno ad ammettere che non appena ho scoperto il libro di Daniela Jannuzzi “Il Cuore e la Maschera” ho pensato: caspita questa ragazza è un genio, ha ridato vita al Fantasma e io che ho amato così tanto l'opera di Leroux non ho mai preso in considerazione un'idea simile.

Non definirei questo libro come un sequel anche se chiaramente lo è. Un sequel coraggioso poiché non è facile proseguire là dove grandi nomi di autori del passato hanno messo la parola fine. Eppure Daniela ce l'ha fatta e per quanto mi riguarda la sua prova è stata superata.
È stato emozionante per me tornare al teatro dell'opera di Parigi, rincontrare Erik come se fossimo dei vecchi amici.
L'uscita di scena di Christine non mi ha procurato esagerati traumi, anzi. Leah, il personaggio femminile che Daniela introduce, è ben caratterizzato e l'empatia con lei è stata fulminante e veloce. Mi ha quasi commosso il pensiero che Erik potesse avere un finale diverso, migliore, una seconda opportunità.
È quello che ha fatto Daniela: regalare a questo personaggio così tormentato e leggendario una seconda chance, facendolo rivivere in un libro ben scritto e trovando una collocazione nuova, inaspettata, nell'immaginario.
Gerard Butler nel musical
Ho associato per tutto il tempo la figura del fantasma con quella dell'attore Gerard Butler, che interpreta Erik in un musical che vi consiglio di vedere. Ma più di ogni altra cosa, prima di accostarvi alla lettura de Il Cuore e la Maschera, vi suggerisco di leggere il libro di Leroux. Io lo feci quando ero solo una ragazzina e restai stregata dalla figura del Fantasma.

Figure queste misteriose, che atterriscono e affascinano, e che impartiscono una sola lezione: non è l'aspetto fisico che conta, ciò che si vede con gli occhi, ciò che le persone narrano di un individuo.
Perché anche il più miserabile degli esseri viventi può essere in grado di amare.


Diamo un'occhiata all'opera di Leroux, un classico senza tempo, una sorta di urban fantasy romantico intramontatabile. O per meglio dire, per quanto mi riguarda, uno dei migliori romanzi gotici mai scritti.


La cover del romanzo
 Trama

Erik, il cui volto deforme lo costringe a vivere nascosto nei sotterranei del Teatro dell’Opera, s’innamora della dolce Christine, cantante inesperta e bellissima. 
Grazie agli insegnamenti del Fantasma, la voce della ragazza, a sua volta innamorata del visconte Raoul, diverrà sublime. Ma per un fantasma è difficile sfuggire all’oscurità e, soprattutto, vivere un amore impossibile.





Se consiglio il libro di Daniela? Assolutamente sì. Sia per il coraggio che ha avuto nel riprendere una figura già conosciuta e nota come quella del fantasma, sia per la storia in sé che per la sua scrittura fluida e chiara. Complimenti, Daniela!
5 stelline blu per te! 

2 commenti:

  1. Grazie mille Ale, il Fantasma è da sempre uno dei miei personaggi preferiti. Ho atteso tanti anni prima di poter rendere giustizia a questa figura, spesso posta ai margini e giudicata erroneamente incapace di redenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo Daniela! Un libro che consiglierò di sicuro il tuo :) Bravissima :)

      Elimina