lunedì 10 dicembre 2012

La strada fino a qui di...Rossana Lozzio

Buongiorno amici di blog!
Quest'oggi è con noi ospite nel blog l'autrice Rossana Lozzio con la quale andremo a scoprire le sue tappe letterarie nonché il suo ultimo libro "Un pubblico di stelle...sorride"


Rossana Lozzio e' nata a Verbania il 05 ottobre 1965.
Inizia a scrivere per gioco e continua a farlo per passione... sviluppa storie che raccontano di sentimenti, quali l'amicizia, in cui crede da sempre fortemente e ovviamente, l'amore.
Nel 2005, pubblica il suo primo libro, "Fino alla fine" e con esso, ha partecipato a VCO TALENTI EMERGENTI, progetto itinerante che ha sostenuto gli artisti del Verbano Cusio Ossola, proponendo le loro opere con l'augurio che potessero farsi conoscere e soprattutto amare da un pubblico piu' numeroso.
Nell'estate del 2008 pubblica un romanzo con la Casa Editrice "BOOPEN", "Hollywood e dintorni" e successivamente, sempre con BOOPEN, il racconto "Le ali di un angelo". Nel febbraio 2010 ha pubblicato il suo nuovo romanzo, seguito de "Le ali di un angelo" - "L'angolo delle fragole" - e ha collaborato con il Quotidiano online VERBANIA NEWS, gestendo una rubrica settimanale dal titolo "La posta delle fragole".
Dal 2011, gestisce la FanPage Facebook ufficiale di ALberto Fortis. Proprio insieme a lui e a Maurizio Parietti ha collaborato inoltre alla stesura della biografia del cantautore domese, pubblicata nel dicembre da ALIBERTI EDITORE, dal titolo "AL Che fine ha fatto Yude?".
Nel maggio 2011, pubblica "Una farfalla sul cuore", con Edizioni Il Ciliegio, romanzo nato da una sua idea che si tramuta in un esperimento su Facebook e che debutta, nello stesso mese, al Salone Internazionale del Libro di Torino.
Nel luglio del 2012, vince la 5a edizione del Concorso Letterario "Da donna a donna", con il romanzo inedito "Una favola per Asia", prossimo alla pubblicazione con Edizioni Miele.
Nel novembre del 2012, pubblica “Un pubblico di stelle… sorride”, con Runa Editrice. Gestisce il blog "Rossana Lozzio - Scrittrice", sul quale intervista anche i colleghi e gli artisti emergenti.
Collabora con la rivista online bimestrale "Espressione Libri", sulla quale cura anche la rubrica di posta "Parliamone con Roxie".


Un pubblico di stelle....sorride: il libro


Le strade di Laura e Simone si separano bruscamente quando lui, più giovane di qualche anno, si rende conto che non sarà mai contraccambiato dell’amore che da sempre nutre per lei e decide così di dedicarsi alla carriera musicale, cambiando completamente vita. Lascia il piccolo paese nel quale sono cresciuti insieme e parte per tentare la carriera di cantante che evolverà conducendolo ad avere un notevole successo in tutto il mondo. Una notte stellata di molti anni dopo si ritrovano. Lei medico affermato in una clinica svizzera e sposata con il direttore della stessa, madre felice di un bimbo di otto anni. Lui rockstar, vittima di una tentata rapina, si ritrova con il setto nasale compromesso. Complici l’affetto degli amici più cari, entrambi omosessuali che all’inizio a malapena si tollerano, e la magia di una grande villa nel loro paese d’origine, avranno modo di rispolverare un passato doloroso per entrambi e di comprendere che quell’amore rimasto assopito era in attesa di poter tornare ed essere vissuto alla luce del sole. Le cose però sono cambiate, a dividerli ci sono il matrimonio di lei, i dubbi e tutte le sue paure… l’Amore, quello vero ed incontaminato, è destinato a durare per sempre?


L'intervista  all'autrice


Ciao Rossana e benvenuta nel blog “La mia strada fino a qui”. Leggendo la tua biografia posso farti solo i miei complimenti per le numerose tappe del tuo percorso letterario. Ma iniziamo con una domanda di rito: la scrittura è nata per te come un gioco. Quando è diventata vera e propria passione?

Intanto, grazie per l’ospitalità, Alessandra! La scrittura è nata come un gioco perché ho cominciato a scrivere da bambina e come tale, la vivevo… un bel gioco, il mio preferito! Tramutarsi in passione, è stato il passo naturale successivo e tale è rimasta… e sempre mi accompagnerà!

Il tuo esordio avviene nel 2005 con il libro “Fino alla fine”. Come è stata l'esperienza di questo tuo primo progetto? E di cosa parla il libro nello specifico?

“Fino alla fine”, è nato per magia… nel senso che, se non avessi frequentato un forum in quel periodo della mia vita e non avessi avuto il forte stimolo, da parte degli amici che lo visitavano a quel tempo insieme a me, non sarebbe mai stato pubblicato. Racconta di due storie d’amore e di amicizia, di due bellissime coppie. Amber Rose è la protagonista principale ed è innamorata da sempre di Matteo, un attore famoso che incontrerà per caso, in quanto è il padre di una delle sue piccole allieve nella scuola in cui insegna la sua lingua madre, l’inglese. Meg è la sua migliore amica e fa la stilista. Nella sua vita ritorna, improvvisamente ed inaspettatamente, il suo primo amore… platonico! Anche lui è un attore, hollywoodiano dalla fama mondiale e si chiama Kevin. Due storie che si svilupperanno in contemporanea e che vedranno le due amiche lottare per due grandi amori… fino alla fine.

A questo seguono molte altre opere; vuoi parlarcene in breve?

Ho auto pubblicato altri tre romanzi, servendomi della formula Print On Demand e poi, l’anno scorso, ho pubblicato “Una farfalla sul cuore” con Edizioni Il Ciliegio, debuttando al Salone Internazionale del Libro di Torino. Un’esperienza emozionante che conserverò sempre come uno dei ricordi più belli.

Immagino che tutti i tuoi libri abbiano un pezzo di te ma a quale di queste opere sei più legata, o meglio quale di queste opere ti rispecchia di più?

Sicuramente e senza ombra di dubbio, “Fino alla fine”. Amber Rose Hamill, in fondo, sono io!

“Un pubblico di stelle...sorride”, l'ultima tua opera letteraria. Di cosa tratta il libro? Pensi che un lettore potrà facilmente identificarsi nei personaggi della tua storia?

Io me lo auguro di cuore, come sempre, quando confeziono una storia di sentimenti… in cui credo fortemente! “Un pubblico di stelle… sorride” (Runa Editrice), racconta di due storie d’amore ma questa volta, si tratta di una storia fra eterosessuali e di un’altra, fra due meravigliosi omosessuali. Laura è un affermato medico chirurgo e lavora in una clinica svizzera, in una notte particolarmente stellata, ritrova Simone, il ragazzino che era cresciuto con lei nel piccolo paese al confine con la Svizzera dove è nata e questo incontro, che mai si sarebbe potuta aspettare in una circostanza altrettanto insolita, la costringerà a riprendere in mano tutta la sua vita e a riflettere profondamente se, le scelte fatte fino a quel momento, siano state o meno quelle dettate dal cuore. I loro più cari amici, Federico e Jack, entrambi omosessuali dichiarati, avranno modo di… fare amicizia? Mah… all’inizio, pare proprio che non si sopportino! Ai lettori, il piacere, mi auguro, di scoprire come andranno a finire queste storie sentimentali!

Vuoi citarci un passo del libro che reputi significativo e spiegarci il motivo della tua scelta?

“Non preoccuparti per me; dopo tutto, nei panni di Jack penserei più o meno la stessa cosa...”.
Laura si decise a riprendere a parlare e, facendolo, le parve di essere pericolosamente sul punto di perdere quel controllo che era abituata a mantenere nella vita professionale e che l’aveva spesso salvata anche in quella privata. “È vero che ti ho lasciato partire e che non ho fatto niente per fermarti, ma è altrettanto vero che eri abbastanza adulto per prendere le tue decisioni e che non sarebbe stato giusto rincorrerti per chiederti di cambiare idea... con il senno di poi, mi darete ragione, è stato meglio così”,
Simone avvertì un brivido percorrergli la schiena. Gli stava comunicando, per l’ennesima volta, di non aver mai avuto rimpianti e che, al contrario di lui, aveva impostato la vita che desiderava, senza mai voltarsi indietro a recriminare. Quasi gli stesse suggerendo di fare altrettanto e di non includerla in alcuna maniera nel suo futuro.
Spostò la sedia all’indietro, facendo sussultare Jack che scambiò un’occhiata preoccupata con Federico, altrettanto d’istinto.
“Scusate...”.
Pronunciò quell’unica parola, con tono piuttosto incerto. Non era più disposto a fare da bersaglio per quei pugni nello stomaco sferratigli dalla donna che amava... stava diventando talmente doloroso da non essere più sopportabile. Ho scelto questo passo perché esprime e riassume tutto il dolore vissuto da Simone che, in questa storia, sembra il più fragile e sensibile e invoglia, almeno credo, ad approfondire meglio la personalità di Laura che, invece, pare una donna algida e razionale.
 
In quali generi letterari ti rispecchi, sia per quanto riguarda la scrittura che la lettura?

Leggendo solo ciò che m’intriga, indipendentemente dal genere a cui appartiene, direi che mi rispecchio nei personaggi in cui mi ritrovo o che, comunque, mi appassionano al punto da desiderare somigliarvi almeno in parte.

C'è qualche autore in particolare che ti ha ispirata rispetto ad altri?

Direi di no, perché preferisco, nel bene e nel male, essere semplicemente me stessa.

Un libro della letteratura classica o moderna che avresti voluto scrivere.

Nessuno e non per presunzione, sia chiaro.

Stai scrivendo qualcosa in questo periodo? Quali sono i tuoi progetti letterari futuri?
In questo periodo, lavoro nella redazione di una bella e neonata rivista, “Espressione Libri”, per la quale mi occupo di interviste e di una rubrica di posta. Scrivo inoltre sul mio blog Rossana Lozzio – Scrittrice per passione (http://rossanalozzio.blogspot.it/), sul mio sito Roxie’s Place (http://www.roxieplace.com) e sulla mia pagina Facebook (http://www.facebook.com/pages/Rossana-Lozzio/64907401416). Attendo la pubblicazione di due nuovi romanzi: il primo, “Una favola per Asia” (Edizioni Miele), vincitore del concorso letterario “Da donna a donna”, uscirà il prossimo mese di gennaio; subito dopo, uscirà l’antologia dal titolo “Impronte d’amore” (Butterfly Edizioni), per la quale è stato selezionato il mio racconto “Non so dirti di no” e infine, intorno alla fine dell’estate 2013, il secondo romanzo, “L’emozione ha la tua voce” (Edizioni Il Ciliegio). Diciamo che, al momento, non ho tempo per annoiarmi!

Grazie Rossana per essere stata qui con noi quest'oggi! E buona fortuna per tutto!

Altrettanto a te, Alessandra e grazie ancora per l’ospitalità! Un saluto a tutti i tuoi lettori. Roxie

Nessun commento:

Posta un commento