martedì 13 novembre 2012

La strada fino a qui di.....Laura Bellini

Buongiorno amici di blog!

Prima di presentarvi l'autrice di oggi vorrei ringraziare di cuore tutti coloro che si sono uniti al mio  blog che ricordo aver creato sì per pubblicizzare le mie operette, ma anche per dare spazio a chi come me coltiva lo stesso sogno che è quello della scrittura.
Un caloroso grazie a tutti quelli che mi seguono!

Ma andiamo a scoprire oggi chi ci ha fatto visita nel blog.
Ho avuto il piacere di intervistare per voi l'autrice del libro "Il mondo dopo te": Laura Bellini (che, e lo dico fieramente, è anche una mia collega di casa editrice la Butterfly Edizioni).
Libro che ancora non ho avuto il piacere di leggere ma che ho aggiunto nella lista di libri che per Natale mi regalerò (lo faccio ogni anno e ogni anno la lista è più lunga chissà perché, mentre i money sono sempre di meno....)


Titolo: Il mondo dopo te

Autore: Laura Bellini

Editore: Butterfly Edizioni

ISBN 978-88-97810-03-2

 Pagine: 134

 Prezzo: 11,50 €

 I edizione: luglio 2012, I ristampa: settembre 2012


Sinossi: 

«C’è stato un tempo in cui gli dei e gli uomini vivevano fianco a fianco. Poi qualcosa è cambiato, e adesso gli dei abitano un mondo che per gli uomini è puro mistero.
Hope – il cui nome porta in sé il segreto profondo della speranza – appartiene al mondo degli dei e, giunta l’ora del grande esame, viene inviata sulla Terra, dove dovrà trascorrere parte della sua esistenza.
L’avidità dell’uomo, la distruzione che egli ha portato alla sua Terra, un luogo ormai corrotto, convince gli dei che non ci sia altra alternativa che cancellare la sua esistenza e ricreare un mondo perfetto.
Non è dello stesso parere Hope che intravede ancora nell’animo umano la tortuosa strada della possibilità e della speranza. La sua decisione la condurrà a dover fare i conti con l’imprevedibile destino che la porterà lontano da tutto ciò che ama e che metterà il suo cuore a dura prova. Da un lato l’anima cui è predestinata: il giovane e perfetto Aidan e, dall’altro, un semplice umano il cui destino si incrocierà con il difficile cammino di Hope verso la verità. Un umano a cui saranno aperte le porte del mondo divino e grazie al quale la protagonista scoprirà quanto puro e perfetto può essere il cuore di un comune mortale. Un romanzo metaforico sapientemente scritto: romantico, intenso e coinvolgente.»


Breve estratto:

«Quando la mente invecchia tende a ricordare meglio gli eventi lontano nel tempo che i fatti recenti.
E’ così che, mentre guardo i miei nipotini giocare al parco, attenta a ogni loro movimento, cerco di rammentare se, quel giorno ho chiuso la porta a chiave e, se l’ho fatto, dove diavolo ho nascosto quell’arnese della pazzia.
Sì, è con questo epiteto che mi riferisco al mazzo di chiavi; non passa un santo giorno in cui io non dimentichi dove sia.
Di solito arriva mio nipote, Simone, il più piccolo e irrequieto della combriccola e, con fare sapiente, le scova nella borsa o nella tasca, o più spesso, cadute, sotto la panca su cui regolarmente mi siedo.
Questo è il posto che preferisco, non so perché, ma da che io ho memoria, è sempre stato così. Su questa panchina, che si affaccia sul lago, Luca mi ha chiesto in moglie.
Sento gli occhi riempirsi di lacrime, mi capita spesso in questi ultimi anni, forse perché i vecchi si commuovono più facilmente dei giovani, probabilmente perché sentono l’avvicinarsi dell’inevitabile fine della vita.
Mi manca molto mio marito, il nostro è stato un matrimonio felice, basato sul rispetto e la stima reciproca.
A tenerci legati è stato il ricordo del terribile periodo vissuto in gioventù, ha reso il nostro rapporto inossidabile, anche se…»


L'autrice: 

Laura Bellini nasce a San Piero in Bagno il 09 dicembre del 1979. Lavora come estetista in un centro di proprietà del marito della madre ed è mamma di splendidi bambini: Nicola e Celeste. E’ un’avida lettrice e una scrittrice prolifica. E’ autrice dei libri: “Il coraggio dell’amore” (2009), “Lontano da te” (2010), “Ancora tu” (2010), “I disegni imprevedibili del destino” (2011).





L'intervista


Benvenuta Laura nel blog La mia strada fino a qui. Noi ci conosciamo oramai da mesi, ci sentiamo su fb soprattutto....ma vuoi spiegare ai lettori del blog chi è Laura e cosa fa nella vita?

 Ciao Alessandra, grazie per avermi ospitata nel tuo blog. Che dire? Questa è forse la domanda più difficile. Non è mai facile parlare di sé! Laura è prima di tutto una mamma di trentatré anni che, per sopravvivere, lavora come estetista presso il centro del marito di sua madre. Cresce in un piccolo paesino in cui è l’unica bambina, quindi deve imparare presto a inventare giochi per passare il tempo. Da qui credo nasca la sua passione per le storie di fantasia! La prima volta che decide di provare a scrivere un vero romanzo è già mamma, ha vent’anni e un computer obsoleto, ma da allora non si è più fermata…

 Il mondo dopo te, il libro del quale andremo tra breve a parlare, è il tuo quinto libro edito. Vuoi parlarci però prima brevemente delle altre tue opere? Sono ancora disponibili in commercio?

 La mia prima opera: “Il coraggio dell’amore” non è più in commercio, ma sto lavorando per poterla riproporre su Amazon in formato elettronico. Era un romanzo breve, ma molto intenso, penso che valga la pena di non farlo finire nel dimenticatoio!
Dopo questo primo libro è la volta di una piccola saga composta da: “Lontano da te” e “ Ancora tu”. Sono i romanzi a cui, emotivamente, resto più legata. Raccontano un amore che va oltre la barriera del tempo e i personaggi che ho descritto mi hanno fatto molta compagnia mentre scrivevo la loro storia.
Poi è arrivato il mio ingresso nel mondo del fantasy con “I disegni imprevedibili del destino”. Avevo da poco conosciuto questo genere letterario che prima snobbavo trovandolo fantastico, così ho voluto provare a cimentarmi nella stesura di questo tipo di romanzi. Devo ammettere che mi è piaciuto e così ho continuato su questa riga anche con “Il mondo dopo te”. Non è facile raccontare di cosa trattino i miei romanzi perché, al di là del genere in cui possono essere inseriti, hanno all’interno molte cose. Parlo sicuramente di amore, ma non solo l’amore che lega uomo e donna, bensì tutte le forme di amore che possono esistere come quello per la famiglia, per gli amici, per il mondo, ma soprattutto verso la vita stessa. E’ questo che troverete leggendo ciò che scrivo.

Ben cinque libri editi, dunque non sei nuova nel mondo dell'editoria. Come ti sei trovata fino ad ora nella dimensione editoriale italiana?

Le mie esperienze non sono molto positive. Ho pubblicato, da ignorante in materia, il mio primo romanzo con Albatros e tutti ormai conosciamo il loro modo di lavorare. Il secondo pensavo andasse meglio, La riflessione mi sembrava una casa editrice più seria, ma si è rivelata forse peggio. Mi hanno combinato diversi disastri con la pubblicazione di “Lontano da te” e così ho deciso di cambiare anche per il terzo romanzo.
Con La Caravella ho avuta una prima bellissima esperienza, tanto da decidere di pubblicare anche il mio quarto libro con loro, senza nemmeno pensare di spedirlo ad altri. Un errore che mi è costato caro! Non sto a spiegare il perché, ma potrai immaginare quali siano i lati negativi dell’editoria a pagamento.
Finalmente con “Il mondo dopo te” ho potuto davvero conoscere il mondo dell’editoria. Conosco Argeta da molto tempo e sapevo con quanta passione si gettasse sul suo lavoro. Sono molto felice che la Butterfly mi abbia accolto in quella che, come sempre, definisco una grande famiglia.

Il mondo dopo te. Sinossi a parte che può essere letta nella tua presentazione qui nel post, come lo presenteresti ai lettori del blog? Il mondo dopo di te è un romanzo che......?

 Il mondo dopo te è un romanzo che ti condurrà lontano. Accompagnando Hope nel suo viaggio potrai scoprire che il divino e l’umano non sono poi tanto differenti e che, anche il cuore di un semplice mortale, può racchiudere sentimenti forti quanto quelli propri degli dèi.

Quanto c'è di te nella protagonista del romanzo, Hope?

Sinceramente io direi proprio niente. E’ più verosimile che Hope possieda caratteristiche che mi piacerebbe avere. Non credo sia facile compiere le scelte che le hai fatto, nessuno di noi riesce mai a mettere un bene superiore al di sopra dei nostri stessi desideri. Chi sarebbe pronto a rinunciare a tutto per salvare qualcosa che non ci appartiene?

Una domanda che faccio quasi sempre è: vuoi citare un passo significativo dell'opera e spiegare la ragione della tua scelta?

Questo è il passo del romanzo che cito più spesso perché, a mio avviso, racchiude il messaggio che mi piacerebbe far giungere al lettore.
“Amo Aidan, lo amo di un amore insostenibile, lo amo come si ama qualcuno che non c’è, che non esiste, qualcuno che vive dentro ai tuoi sogni. Questo amore è ardente nonostante l’età. Questo amore è tutto ciò che mi resta”.

Parliamo ora di Laura Bellini lettrice. C'è un libro tra quelli della letteratura classica o moderna che avresti voluto scrivere?

Ci sono molti romanzi di cui vorrei essere la firma, ma se così fosse, probabilmente, quegli stessi romanzi non resterebbero tali.
Mi piacerebbe però saper mescolare bene gli stili degli autori che amo di più: Diana Gabaldon, Jacqueline Carey e George R.R. Martin.
Ecco, se dovessi scegliere ti direi che mi piacerebbe essere riuscita a creare un amore forte e puro come quello di Jamie e Claire nella saga Outlander della Gabaldon. Sarei felice se riuscissi a coinvolgere il lettore in appassionanti avventure come quelle del mondo fantastico creato, alla perfezione, dalla Carey nei suoi romanzi e infine gongolerei di soddisfazione se riuscissi a scrivere qualcosa di perfetto come Martin.
Mi piacerebbe essere una scrittrice che sappia mescolare bene gli ingredienti che usano questi autori, per poi renderli miei, adatti al mio stile.

Quali sono gli autori che ti hanno maggiormente ispirata?

Tutti! Leggo tantissimo e cerco di imparare qualcosa da ogni romanzo che mi trovo fra le mani. Non si può scrivere senza conoscere il mondo dei libri e non lo si può fare se gli unici romanzi che si trovano nella tua libreria sono i best seller del momento.

Progetti per il futuro? Stai lavorando attualmente a qualche nuova opera?

Spero di poter continuare a pubblicare con la Butterfly, vista l’esperienza totalmente positiva. A marzo parteciperò, per la terza volta, al concorso che indice, tutti gli anni, il gruppo Gems, quindi attualmente sto lavorando all’editing del romanzo che presenterò.
In quanto a nuovi lavori…ho ben quattro romanzi pronti per vedere la luce. Mi piace sperimentare vari generi anche quando scrivo così ho creato un urban fantasy, un paranormal fantasy, un fantasy classico e…poi sono tornata alla narrativa!
Vediamo un po’ cosa mi riserverà il futuro.

Ti ringrazio Laura per essere stata qui con noi e ti auguro tutta la fortuna di questo mondo.

Io ringrazio te di cuore e resto in attesa del tuo romanzo: “La discendente di Tiepole” così da aggiungerlo al catalogo degli autori della Butterfly che ormai ho comprato al completo!

Eh si posso dirlo? Anche io penso che la Butterfly sia una grande famiglia....ma di questo magari ve ne parlerò un'altra volta.
Vi saluto amici di blog,
alla prossima!

2 commenti:

  1. ciao tesorino intervista molto interessante sono passata per un saluto in piu volevoinformarti che nel mio blog c'è unpremietto per te e il tuo splendido angolino http://themydiarysecret.blogspot.it/2012/11/premio-unia.html un abbraccio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Ho visto e oggi lo passo!! Grazie ancora! :) A presto!!

      Elimina