lunedì 29 ottobre 2012

Anteprima "La discendente di Tiepole" (III)

Buongiorno amici di blog!

 Per le anteprime de “La discendente di Tiepole”, oggi vi voglio raccontare di come conobbi l'editrice della Butterfly Edizioni, Argeta Brozi.
Che giornata quella! Era il periodo in cui il nord d'Italia era sconquassato dal terremoto....
Io, che abito vicino Roma, leggevo e sentivo testimonianze dei miei amici di fb ed ero sinceramente preoccupata per loro.
Ma quel pomeriggio, per una serie di motivi personali che ora non vi sto qui a narrare, ero piuttosto su di giri e in sintesi: arrabbiata col mondo. Decido di sedermi lo stesso davanti al pc, apro fb e nella bacheca di una mia amicizia ti ritrovo un annuncio di una casa editrice, la Butterfly manco a dirlo, che invitava a comprare il libro di un autore colpito dal terremoto, Marco Siena, la cui percentuale della vendita sarebbe poi andata in parte a lui.
Non so cosa mi scattò nel cervello in quel momento, o se piuttosto fu qualcosa a convincermi a scrivere in privato ad Argeta.
Giuro che non ho mai fatto nulla del genere prima!

Per farla breve: le mando un messaggio privato chiamandola addirittura “signora Argeta”. (In quel periodo lei aveva come immagine del profilo la copertina di un suo libro quindi non ho potuto vedere il suo volto in foto.) E quando mi ha detto di avere più o meno la mia età ci sono rimasta...XD
Ci siamo scambiate qualche messaggio in merito al libro di Marco e alla faccenda della percentuale (libro che io ho poi comprato letto e recensito), e già dalle parole che mi rivolse capii che era una ragazza con le idee molto chiare. Mi raccontò delle difficoltà che passa una piccola casa editrice, e dell'impegno che lei mette in tutto ciò che fa. Ma ciò che mi colpì fu proprio questo suo gesto: non mi era mai capitato di incontrare un editore, così giovane per di più, che pensasse ai suoi autori quasi come fossero amici o conoscenti, aiutandoli addirittura nei momenti di bisogno.

Io avevo già sentito nominare la Butterfly Edizioni. Prima ancora che avvenisse questo episodio, avevo intervistato e conosciuto Teresa Di Gaetano, una giovane autrice pubblicata dalla Butterfly. E quando ho visto l'entusiasmo che Argeta metteva nelle sue cose e il rapporto che aveva con i suoi autori, mi sono detta “eh no, ci devo provare anche io.”
La Discendente di Tiepole era lì che attendeva da anni, e sembrava stesse aspettando apposta quel momento. E così ho mandato il manoscritto e....la storia poi la conoscete.
Non credo di aver fatto a lei una bella impressione quel giorno. Ma è stato un incontro talmente bizzarro e unico che credo lo ricorderò per tutta la vita.
Adesso sono passata da “Signora Argeta” a “Argy.”
Direi che per una volta, il fatto che fossi furiosa e mi scatenassi contro qualcuno a caso, ha dato i suoi buoni frutti...
La collaborazione con la Butterfly e con Argeta prosegue, e nel migliore dei modi.

Quando si dice incontro fortuito...


E approfittando di questo racconto vi voglio inoltre mostrare in anteprima la copertina de La discendente di Tiepole, realizzata ancora una volta da Elisabetta Baldan.
Un ottimo e bellissimo lavoro anche questo, che ne dite?

Cover di Elisabetta Baldan

Nel prossimo post delle anteprime vi spiegherò i significati nascosti dell'immagine.
Alla prossima e buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento