mercoledì 18 luglio 2012

Segnalazione: "Vuoto d'amore..scritto tra le righe del tempo" di Rosa Maria

Buongiorno amici di blog!
Dopo qualche giornata di pausa all'insegna del relax, e dopo aver ringraziato il tempo per aver concesso una pausa dalla calura selvaggia, torno con le segnalazioni di autori emergenti ed esordienti.
E quest'oggi vi presento il libro "Vuoto d'amore...scritto tra le righe del tempo" dell'autrice Rosa Maria.





Titolo: Vuoto d'amore....scritto tra le righe del tempo
Autrice: Rosa Maria
Editore: Edizioni La Torre
Genere: poesia
Data d'uscita: luglio 2012
Prezzo: € 10,00
Pagine: 47
ISBN: 978-88-95347-13-4

Estratto dall'opera

Il coraggio dell’essere 

Alcuni non hanno il coraggio dell'essere vivono in ombra una vita parallela, sempre in bilico tra ciò che vogliono dimostrarsi e ciò che realmente sono.
Calcano la vita come teatranti in un palcoscenico, ma a sipario calato danno sfogo alla loro vera natura, lo fanno nei bassifondi del mondo, nei peccati più profondi dello spirito e della carne.
Adattano la loro vita ad un copione e di conseguenza la riproducono agli occhi del mondo. Altri invece trovano la forza proprio dal loro essere, dalle proprie radici prendono linfa vitale, e vivono la loro vita nel mondo senza copioni secondo la propria morale.
Ho imparato che vi è più pudore in una gamba scoperta che in due aperte, ma ho imparato anche che io comunque non sono nessuno ne tantomeno sono nella posizione di poter giudicare simili scelte. Ognuno deve indossare sulla sua pelle e portarli sotto una qualsiasi veste i propri valori e la propria persona, a rigore o dispetto di tutto il resto.
A tal proposito continuerò a vestire me stessa di me soltanto e a sfoggiare con sfrontatezza e fierezza me stessa in ogni mia veste, sono una donna Camaleontica.

Recensione

L’opera contiene componimenti scritti dall’anno 1999 all’anno 2012, in queste liriche ritroviamo, con la freschezza dell’originalità, mescolarsi il sentimento tenero e delicato con la passione travolgente, troviamo il sospiro tenue e dolce e la passione calda e sensuale, ma mai volgare.
Vuoto d'amore ci porta a viaggiare nelle diverse fasi della vita dell’autrice e nei diversi aspetti del suo sentire, sempre guidati da una costante volontà di unire spirito e passionalità, esperienza di vita e contemplazione fino a sentirsi intimamente e inesorabilmente coinvolti dalla limpidezza e dalla forza della personalità.
Le poesie, scritti in tempi molto diversi fin dalla prima adolescenza, sono veri "Frammenti di donna" che si ricompongono caleidoscopicamente, oscillando tra l'osservazione della realtà e la profonda coscienza di sé, del proprio legame con gli altri e della propria capacità di amare intensamente.
Una raccolta intrisa di scoperte gioiose poi colorate di tristezza, solitudini, nostalgie, amori, quadretti familiari, e d’infanzia immagini di bellezza, pensieri trascendenti di anime e di incanto per uno stile che manifesta già un timbro originale.
La raccolta si presenta come un insieme composito e variopinto di figure e immagini legate all’amore, questo sentimento universale che lega e allontana, piega e rinforza, in ogni caso ci forgia e rende cosi necessaria la nostra esistenza.
E’ il dettato la melodia, il centro scambievole poiché non vi è un vero e proprio verso di lettura: l’autrice indica, il lettore ricrea.br> Una soluzione del tutto originale, soprattutto sul piano del linguaggio poiché la musica e la riflessione sulle spaziature si accompagnano nella lettura ad alta voce. La parola balza dal testo come suono e immagine, ed essa evoca, la dolcezza di certi componimenti.
Il linguaggio vivo e spontaneo del nostro tempo, semplice e magico insieme quando da voce all’inesprimibile.

Biografia dell'autrice  

Rosa Maria nasce nel 1985 a Leonforte, paesino dell’entroterra siciliano. Sin da piccola manifesta un particolare interesse per la letteratura, principalmente per la poesia, inizia bambina a scrivere le prime filastrocche in rima e ad approcciarsi al mondo della letteratura.
Nel 1999 la sua vita viene sconvolta dalla malattia del padre e dalla morte avvenuta sempre nello stesso anno.
Un profondo conflitto le lacera l'esistenza ,subisce rilevanti cambiamenti interiori e stili di vita, si approccia all’adolescenza con particolare disinteresse nei confronti della vita e del mondo, la sua poesia cosi si carica di dolore.
La condizione del dolore e della sofferenza è ben nota e conosciuta e nel timore del cambiamento diventa quasi una sicurezza. L'ignoto spaventa, il nuovo intimorisce: non c'è abitudine alla felicità e il carattere si oppone costruendo una corazza per il cuore, una prigione per l'anima, una difesa ai sentimenti veri e profondi. Nel 2004 si trasferisce a vivere in Toscana, li dopo qualche mese approda al cinema come comparsa nel film “ Ti amo in tutte le lingue del modo” con la regia di Leonardo Pieraccioni, nelle sale cinematografiche nell’anno 2005,.
Dopo di quello capisce che il mondo dello spettacolo non fa per lei e che la sua vera vena artistica sta nello scrivere ,cosi non partecipa più a nessun provino inerente al mondo dello spettacolo.
Conduce una vita abbastanza regolare casa e lavoro, nel 2007 la sua vita viene finalmente allietata dalla nascita della sua prima bambina, e nello stesso arriva il matrimonio, nel 2008 e otto nasce il suo secondo figlio, la sua maternità porta alla luce gli aspetti più profondi del suo essere e la vita inizia pian piano ad avere un senso.

Nel 2009 avviene la separazione dal marito ,inizia cosi a scavare nel suo passato e nel suo intimo più profondo, recupera gli scritti adolescenziali e da vita ad altri componimenti , nel 2012 queste poesie compongono una silloge “Vuoto d’amore, scritto tra le righe del tempo”


Se volete saperne di più fate visita al sito web dell'autrice ROSA MARIA
Oppure scrivete una mail a rosasere@live.it

Nessun commento:

Posta un commento